tisana-di-assenzio

Assenzio essiccato e sminuzzato, acqua calda, zucchero a piacere.

Tisana digestiva e amara. Occore saper dosare sapientemente la quantità infusa per non incorrere in una preparazione assolutamente imbevibile. Utilizzare non più di 1/4 di cucchiaino da caffè di erba sminuzzata e secca o al massimo una foglia verde per ogni tazza d'acqua. Con queste proporzioni l'amaro è gradevole e zuccherata è ancora più accettabile. Una piccola tazza di infuso dopo i pasti è eccezionale per una buona digestione.

L'Assenzio viene utilizzato anche per combattere le pulci dei cani, le cocciniglie del giardino ed è un ottimo antitarmico per gli armadi.

08
ago
coriandolo

Coriandolo

La parola coriandolo deriva dal termine latino Coriandrum che a sua volta trova le radici nella parola greca corys (cimice), seguita dal suffisso -ander (somigliante). Il nome di questa pianta si riferisce allo sgradevole odore che emana fino al periodo della maturazione dei frutti, simile a quello delle cimici. Per questo motivo la pianta del coriandolo è conosciuta anche come erba cimicina.

Atra curiosità legata al nome di questa spezia è il motivo per cui oggi chiamiamo coriandoli i...

25
ago
aperitivo-al-limone

Aperitivo al Limone

COCKTAIL AL LIMONE

1 dl di rum bianco, 2 cucchiai di succo di limone, 1 cucchiaio di miele, ghiaccio in cubetti, 3 dl di champagne/spumante

Unite il rum bianco, il succo di limone ed il miele agitando vigorosamente e aggiungendo molto ghiaccio in cubetti. Riempite per 1/3 degli ampi calici e aggiungete 3 dl di champagne o spumante ben freddo. Et voilà un cocktail semplice ma raffinato da servire anche come gradevolissimo aperitivo.

#drink#homemade#champagne#tuscany

26
nov
lauro

Lauro

Nella mitologia greco-romana l'alloro era una pianta sacra e simboleggiava la sapienza e la gloria: una corona di alloro cingeva la fronte dei vincitori nei Giochi pitici o Delfici e costituiva il massimo onore per un poeta che diveniva un poeta laureato.

Si utilizzano le foglie e se ne possono fare vari usi: in cucina, per aromatizzare carni e pesci, come rimedio casalingo per allontanare le tarme dagli armadi (ottimo e più profumato sostituto della canfora), per preparare decotti...

23
set
basilico-tailandese

Basilico Tailandese

Il basilico è una pianta erbacea annuale, appartenente alla famiglia delle Lamiaceae, normalmente coltivata come pianta aromatica.

Originario dell'India, il basilico è utilizzato tipicamente nella cucina italiana e nelle cucine asiatiche in Taiwan, Thailandia, Vietnam, Cambogia e Laos, per via del marcato profumo delle sue foglie, che a seconda della varietà può essere più o meno dolce o pungente.

Basilico tailandese (O. basilicum var. thyrsiflora), l'aroma delle sue foglie ricorda la...

14
set
finocchiella

Finocchiella

Il finocchio selvatico è una pianta che nasce spontaneamente soprattutto nelle regioni mediterranee e lungo le coste.
Le foglie sanno di semi di anice, le radici possono essere utilizzate cotte o crude come verdura.

Provate questi semi in macedonie di frutta, gelati e crostate di mele.

PROPRIETA:
Senz’altro le proprietà che spiccano maggiormente fra tutte sono quella stimolante e digestiva, ma il finocchietto ha anche proprietà antispasmodiche, carminative (favorisce l’espulsione dei gas...

02
set
finocchio

Finocchio

Il finocchio (Foeniculum vulgare Mill.) è una pianta erbacea mediterranea della famiglia delle Apiaceae (Ombrellifere).
Conosciuto fin dall'antichità per le sue proprietà aromatiche, la sua coltivazione orticola sembra che risalga al 1500

in cucina:
In cucina si possono usare tutte le parti del finocchio. Il grumolo bianco (erroneamente ritenuto un bulbo) del finocchio coltivato si può mangiare crudo nelle insalate oppure lessato e gratinato e si può aggiungere agli stufati.

Per quanto...