05
ott
2015

melissa

La Melissa officinalis o melissa è una pianta erbacea spontanea, perenne e rustica, molto ricercata dalle api ed è appunto per questo motivo che prende il nome dal greco mélissa.

Cresce spontaneamente nell'Europa meridionale e nell'Asia occidentale. In Italia la si può trovare lungo le siepi e nelle zone ombrose; viene inoltre coltivata nei giardini. È nota per le sue proprietà medicamentose ed è molto apprezzata anche come erba aromatica.

E' una parente della menta ed è usata in cucina per infusi, bevande a base di frutta e insalate.

Grazie alle sue proprietà antispasmodiche e antinfiammatorie, e agli oli essenziali che contiene, è utilizzata nella cura di molti disturbi.Le foglie di melissa, ricche di olio essenziale, che conferisce alla pianta un aroma gradevole e il sapore del limone, sono impiegate negli stati d’ansia con somatizzazioni a carico del sistema gastroenterico. Per la sua azione antispasmodica, antinfiammatoria e carminativa è indicata in caso di dolori mestruali, nevralgie, disturbi della digestione, nausea, flatulenza crampi addominali e colite.
Questa pianta è utilizzata anche nel trattamento del mal di testa, quando è causato da tensione nervosa, grazie alla presenza dell’olio essenziale (0,5%) che agisce come calmante sul sistema nervoso, e rilassante su quello muscolare. Il suo uso è particolarmente indicato, perciò, in presenza di un quadro d’irritabilità generale, insonnia causata da stanchezza eccessiva, nervosismo, sindrome premestruale, e tachicardia su base funzionale.
L'estratto di foglie fresche di melissa possiede attività antivirale, dovuta alla presenza di acidi polifenolici e polisaccaridi, contro Herpes simplex.

27
giu
il-basilico-cura-lansia

Il basilico cura l'Ansia!

Il Basilico non è solo una stupenda ed ottima pianta da cucina ma aiuta anche ad attenuare le vostre ansie. è ideale per combatte la stanchezza (soprattutto se di tipo mentale) ed è un ottimo rimedio anche per l'alito cattivo!
Ecco un ifuso molto semplice al basilico per conbattere stanchezza accumulata ed ansia.

foglie di basilico, 0.25 L di acqua

Mattete in infusione le foglie di basilico nell'acqua bollente e lasciate cuocere per 10/15 minuti. Filtrate poi l'infuso ottenuto e versatelo...

23
ott
pimpinella

Pimpinella

Gli svariati usi della pimpinella nel corso dei secoli sonoattestati testimoniati dai suoi  numerosi nomi: anice verde, erba noce, pampinella, pimpirinella, bibinella, sanguisorba minore, bipinella, meloncello, salbastrella, pimpigela. Il nome botanico «Pimpinella saxifraga» deriva dal latino: Bipinula significa «doppiamente pennato» e si riferisce alle foglie basali; Saxifraga sta invece per «rompisassi», con allusione alla zona di crescita tra rocce e sassi. Appartiene alle...

27
ago
vitamina-k-e-c

Vitamina K e C

Il "cibo verde" è buono e fa bene bambini!

La vitamina K si trova infatti nei vegetali a foglia verde, nei cavolfiori e nel tè verde.
È antiemorragica e favorisce il metabolismo osseo e le funzioni renali.

Non fatevi mai mancare ad ogni pasto un frutto od un ortaggio verde.

La vitamina C si trova negli agrumi,pomodori, fragole, peperoni verdi, broccoli e patate.
È antiossidante, stimola il sistema immunitario, mantine la salute delle ossa e favorisce il funzionamento degli organi...

16
lug
il-cedro-del-libano,-lavacchio

Il Cedro del Libano, Lavacchio

CURIOSITA:

Il cedro del Libano è una specie di cedro. Fa parte della famiglia delle Pinacee. Migliaia di anni fa estesi boschi di questo albero ricoprivano i pendii montuosi di tutto il Vicino Oriente. Oggi nella sua zona di origine nella catena del Monte Libano sopravvivono solo poche centinaia di esemplari. È l'albero rappresentato nella bandiera del Libano.

Nell'Antico Testamento si narra che con il legno del cedro del Libano vennero edificate le colonne del Tempio di Salomone; da...

10
ott
riflessante-alla-castagna

Riflessante alla Castagna

Ottobre è tempo di castagne e marroni, ecco alcuni rimedi naturali con bucce di castagna o foglie di castagno essiccate

L'acqua di bollitura delle castagne è un riflessante per capelli. Se hai i capelli castani avrai bisogno di mettere a bollire nell'acqua le bucce delle castagne o le castagne stesse per una ventina di minuti circa; se hai invece i capelli biondi metti a bollire nell'acqua le foglie di castagno (preferibilmente essiccate) per 20 minuti circa.
Per ottenere riflessi ramati per...

29
ago
mirto

Mirto

I frutti hanno un profumo aromatico e spesso si utilizzano con pietanze di cacciagione.

Le foglie vengono utilizzate per aromatizzare piatti cotti e speziati e i frutti se essiccati si utilizzano per insaporire sciroppi o salse.
I fiori sono dolci e si utilizzano nelle insalate.