sformatino-di-cipolle

Tagliare le cipolle rosse a julienne e mettetele a cuocere nel burro. Aggiungere sale e pepe a vostro gradimento. Dopo la cottura, frullare i carciofi con il mix e aggiungere il formaggio pecorino, le 4 uova e la panna. Mescolare bene e lasciate raffreddare il tutto. Imburrate gli stampini e riempiteli con il composto. Mettete il composto a auocere a bagnomaria (in una pentola con acqua) per circa 30 minuti a 170 gradi. Guardite poi il piatto e accompagnate lo sformatino con ciò che piu vi piace.
Pòtete fare lo sformatino con molte altre verdure come ad esempio zucchine,porri o asparagi (le verdure che abbiamo in questo periodo

Ingredienti:
- 4/5 cipolle rosse
- 100 grammi di burro
- 100 grammi di formaggio di Pienza
- 4 uova
- 600 g di panna acida

Venite a provarlo al #MulinoaVento!

28
giu
nervoso?-usa-la-menta

Nervoso? Usa la Menta!

INFUSO ALLA MENTA PIPERITA

1 cucchiaio di menta piperita essiccata, 2.5 dl di acqua

Lasciate riposare per 5 minuti nell'acqua bollente la menta piperita essiccata, poi filtrate. Consumate 2 tazze al giorno, mattina e sera.
Ottimo per i soggetti nervosi.

E per rilassarvi a pieno, venite a trovarci in agriturismo!

01
gen
la-ribollita-del-mulino:-quella-alla-nostra-maniera

La Ribollita del Mulino: quella alla nostra maniera!

La ribollita, tipica della stagione invernale, è una delle zuppe più conosciute della tradizione gastronomica Toscana. Siamo  di fronte ad un piatto di indubbie origini contadine, per i suoi ingredienti e per il suo stesso nome; la ribollita è un piatto di recupero, come lo sono molti dei piatti della cucina povera delle nostre campagne, quella in cui "non si butta via nulla".

Anticamente era tradizione preparare la ribollita il venerdì, in grande abbondanza, in modo da poterne mangiare...

12
apr
leggende-sul-tartufo

Leggende sul tartufo

Il tartufo, noto per il suo caratteristico profumo e sapore molto aromatico, è un fungo che cresce spontaneamente sotto terra, vicino alle radici di querce, lecci o pioppi, rendendo la sua ricerca, molto più difficile e appassionante, tanto che i migliori cercatori si servono di costosissimi cani addestrati a dovere. Molti animali ne vadano ghiotti proprio per l’odore che riescono a sentir provenire dalla terra e che, purtroppo, le narici umane non riescono a captare. L’animale più...

02
set
finocchio

Finocchio

Il finocchio (Foeniculum vulgare Mill.) è una pianta erbacea mediterranea della famiglia delle Apiaceae (Ombrellifere).
Conosciuto fin dall'antichità per le sue proprietà aromatiche, la sua coltivazione orticola sembra che risalga al 1500

in cucina:
In cucina si possono usare tutte le parti del finocchio. Il grumolo bianco (erroneamente ritenuto un bulbo) del finocchio coltivato si può mangiare crudo nelle insalate oppure lessato e gratinato e si può aggiungere agli stufati.

Per quanto...

23
set
basilico-tailandese

Basilico Tailandese

Il basilico è una pianta erbacea annuale, appartenente alla famiglia delle Lamiaceae, normalmente coltivata come pianta aromatica.

Originario dell'India, il basilico è utilizzato tipicamente nella cucina italiana e nelle cucine asiatiche in Taiwan, Thailandia, Vietnam, Cambogia e Laos, per via del marcato profumo delle sue foglie, che a seconda della varietà può essere più o meno dolce o pungente.

Basilico tailandese (O. basilicum var. thyrsiflora), l'aroma delle sue foglie ricorda la...

10
giu
raccolta-differenziata

Raccolta differenziata

La raccolta differenziata indica un sistema di raccolta dei rifiuti che prevede una prima differenziazione in base al tipo da parte dei cittadini diversificandola dalla raccolta totalmente indifferenziata.
Lo scopo è  la separazione dei rifiuti in modo tale da reindirizzare ciascuna tipologia di rifiuto differenziato verso il rispettivo più adatto trattamento di smaltimento o recupero che va dallo stoccaggio in discarica o all'incenerimento/termovalorizzazione per il residuo indifferenziato,...

Magazine

La bottega del mulino n°1

Download