shampoo-fai-da-te-alla-farina-di-ceci

Shampoo naturale alla farina di ceci per capelli grassi

La natura ci consente di realizzare shampoo artigianali anche utilizzando la farina di ceci.

Fra le diverse cause che portano a un’eccessiva caduta dei capelli ne vanno segnalate alcune (che sono anche le più comuni):

  • lo stress fisico e psicologico;
  • una dieta squilibrata (in cui manchino importanti sostanze nutritive);
  • diverse patologie (soprattutto a carico della pelle, fra cui la psoriasi);
  • uno stato di eccessiva intossicazione del nostro organismo, che porta a un diffuso senso di malessere.

La cute grassa è la principale responsabile della perdita massiccia di capelli, ed è inoltre un disturbo assai diffuso che difficilmente può essere curato con l’impiego dei normali shampoo non casarecci in commercio. Inoltre, poiché richiede lavaggi molto frequenti, utilizzare un prodotto sbagliato può aggravare lo stato di salute dei capelli.

Ecco perché è importante lavare i capelli con uno shampoo fai da te naturale non aggressivo.

Per realizzarlo bastano:

  • 250 ml di acqua tiepida,
  • due cucchiai di farina di ceci
  • due cucchiai di aceto di mele
  • un cucchiaino raso di salvia essiccata;
  • potete inoltre aggiungere qualche goccia di olio essenziale a piacere, per profumare. 

Lo shampoo naturale alla farina di ceci è riequilibrante e delicato e rappresenta un valido aiuto per combattere la caduta dei capelli e contenere la produzione di sebo, grazie all’effetto assorbente e purificante della farina di ceci e l’azione rinvigorente della salvia.

  • Versate tutti gli ingredienti in un flacone o una ciotola e agitate o mescolate a fondo per farli amalgamare bene,
  • a questo punto potete utilizzare il composto come un normale shampoo,
  • ovvero spalmandolo sul cuoio capelluto e distribuendolo sui capelli in maniera omogenea.
  • Lasciate agire per qualche minuto per poi risciacquare con cura.

In alternativa alla farina di ceci, per trattare i capelli grassi durante il lavaggio si può utilizzare la polvere di argilla mescolata ad un bicchiere di acqua tiepida e qualche goccia di succo di limone. Si tratta di un’alternativa meno delicata della prima ma ad effetto potenziato, grazie alla eccellente capacità della argilla di asciugare il grasso  

02
set
finocchio

Finocchio

Il finocchio (Foeniculum vulgare Mill.) è una pianta erbacea mediterranea della famiglia delle Apiaceae (Ombrellifere).
Conosciuto fin dall'antichità per le sue proprietà aromatiche, la sua coltivazione orticola sembra che risalga al 1500

in cucina:
In cucina si possono usare tutte le parti del finocchio. Il grumolo bianco (erroneamente ritenuto un bulbo) del finocchio coltivato si può mangiare crudo nelle insalate oppure lessato e gratinato e si può aggiungere agli stufati.

Per quanto...

05
dic
camomilla

Camomilla

La camomilla (Matricaria chamomilla L.) è una pianta erbacea annuale della famiglia delle Asteraceae. E' un erba profumata e calmante utilizzata negli infusi.
Il nome deriva dal greco χαμαίμηλον (chamáimēlon), parola formata da χαμαί (chamái), "del terreno"[2] + μήλον (mḗlon), "mela" per l'odore che somiglia a quello della mela renetta; questa derivazione è conservata nel nome spagnolo manzanilla, da manzana, che significa "mela". Il nome del genere, Matricaria,...

26
set
erba-gatta

Erba gatta

E'  una pianta aromatica della famiglia delle Lamiacee (precedentemente chiamate Labiate), che si ricopre di fiori di lavanda rosa, bianchi e viola dalla fragranza di menta e limone. Fiorisce tra maggio e agosto ed i fiori sono apprezzati dalle api

Le foglie sono utilizzate come aromatizzante alimentare vista la fragranza.

Coltivata come ornamentale, contiene un olio repellente per gli insetti e mentolo.

La pianta (nelle foglie, nei fusti e nelle radici) contiene nepetalattone, un terpene...

10
ott
riflessante-alla-castagna

Riflessante alla Castagna

Ottobre è tempo di castagne e marroni, ecco alcuni rimedi naturali con bucce di castagna o foglie di castagno essiccate

L'acqua di bollitura delle castagne è un riflessante per capelli. Se hai i capelli castani avrai bisogno di mettere a bollire nell'acqua le bucce delle castagne o le castagne stesse per una ventina di minuti circa; se hai invece i capelli biondi metti a bollire nell'acqua le foglie di castagno (preferibilmente essiccate) per 20 minuti circa.
Per ottenere riflessi ramati per...

24
mar
deodorante-fai-da-te

Deodorante fai da te

Esistono soluzioni fai da te, realizzate con ingredienti completamente naturali, che assicurano ascelle fresche e senza cattivi odori. Sono veloci e molto semplici da preparare.
Il deodorante più sano e semplice è quello a base di bicarbonato: grazie al suo Ph basico contrasta i cattivi odori ed essendo naturale non impedisce la normale traspirazione della pelle.
Potete optare per una soluzione spray, una in crema oppure in stick a seconda della vostra preferenza.

Vi suggeriamo la ricetta...

20
mag
colluttorio-di-lampone

Colluttorio di Lampone

Ingredienti:
100 ml di acqua, foglie di lampone

Tritare e sminuzzate alcune foglie di lampone (in base all'uso che farete del colluttorio) e versate 100 ml d'acqua bollente su 3 cucchiaini di foglie sminuzzate.
Lasciare riposare, poi filtrare.
Utilizzarlo per uso esterno contro malattie cutanee e nfiammazioni del cavo orale; per sciacqui e gargarismi, più volte al giorno.

Magazine

La bottega del mulino n°1

Download