10
lug
2017

spirulina

Oggi nel nostro blog vogliamo parlare della spirulina, un rimedio antico e potente.

Nutrienti e proprietà della spirulina

Questo cianobatterio a forma di spirale (da cui il nome) deve il suo colore azzurro-verde alla presenza della ficocianina e della clorofilla. È un integratore meravigliosttimale  che fornisce proteine ​​(per il 57% del suo peso) più digeribili di quelle offerte da tanti altri alimenti.

  • La spirulina è anche una grande fonte di carboidrati, lipidi, acidi nucleici e vitamine A e B12.
  • Tra i sali minerali contenuti troviamo il calcio, il ferro, il magnesio e il fosforo.

Sono molti i benefici per la salute e la bellezza che offre la spirulina: tanto per iniziare, si tratta di un integratore dietetico che rallenta l’invecchiamento delle cellule e apporta antiossidanti come il beta-carotene, ottimo per la salute degli occhi. Inoltre è ricca di ferro ed è perciò consigliata a chi soffre di anemia, esaurimento e demineralizzazione.

Aiuta anche a: disintossicare l’organismo, a rafforzare il sistema immunitario,  a igenerare la flora intestinale (è consigliata in caso di stitichezza perché migliora la consistenza delle feci).

Altri benifici:

    • Previene l’osteoporosi in menopausa.
    • Facilita il sonno.
    • Riduce i sintomi dell’artrite reumatoide.
    • Cura il ronzio nelle orecchie o acufene.
    • Combatte l’alito cattivo.
    • Disinfetta e guarisce le ulcere o piaghe della bocca

      Come consumare la spirulina?

    • La trovate in commercio in diverse forme: capsule, tavolette, polvere, tintura o in forma liquida. La dose quotidiana consigliata per una persona adulta è di 3 / 5 grammi.

10
ott
aneto

Aneto

L'Aneto (nome scientifico Anethum graveolens L.) è una pianta erbacea dai piccoli fiori appartenente alla famiglia delle Apiaceae.

Tradizionalmente viene utilizzato nella cucina tedesca e scandinava.

Vista l'altezza che puà raggiungere  è consigliata la coltivazion in terra.

Molto buona se utilizzata nei piatti di pesce, soprattutto col salmone. Le foglie fresche, tritate, si aggiungono a frittate o spezzatini oppure si spargono sopra pomodori e cetrioli per insaporire.

Le sue...

03
set
vitamina-d-ed-e

Vitamina D ed E

La vitamina E si trova nelle germe di grano, oli vegetali, legumi e pescce.
Viene utilizzata contro I disturbi neurologici, cardiovascolari, contro la sindrome premestruale.
Favorisce la salute della pelle.

Si consiglia una buona zuppa di legumi almeno una volta la settimana.

La vitamina D si trova invece nel latte fortificato e nel pesce.
La principale funzione biologica della vitamina D è mantenere normali i livelli di calcio e fosforo nel sangue e favorisce l’assorbimento del calcio...

18
ott
santoreggia

Santoreggia

La santoreggia, nome scientifico Satureja hortensis, è una pianta erbacea annuale che può raggiungere un’altezza di 40 cm.; la santoreggia appartiene alla famiglia delle Labiatae e cresce spontanea nelle zone mediterranee dell’Italia settentrionale fino al centro Italia.La santoreggia è originaria dell’Asia, grazie alle sue proprietà aromatiche viene molto utilizzata in cucina per insaporire piatti di carne e pesce ma anche piatti di verdure e legumi; in campo cosmetico la santoreggia...

01
dic
goloso-albero-di-natale

Goloso Albero di Natale

Per questo Natale  possiamo cimentarci in cucina infornando biscotti di pasta frolla dalle forme diverse facendoci aiutare dal partner e dai bambini.  Dopo il pomeriggio o la mattinata ai fornelli è ancora più piacevole appendere insieme i biscotti come addobbo per l'albero di Natale. Legali con nastri di raso rosso, blu e verde o fili d'oro.

26
gen
bardana

Bardana

La bardana (Arctium iappa) è una pianta perenne della famiglia delle Asteraceae, conosciuta come dermopatica e utilizzata per acne, dermatiti, eczema, seborrea, forfora e psoriasi

Il fittone, esclusi i capolini tondi color porpora, può essere utilizzato come verdura simile agli spinaci, per quanto riguarda le foglir, mentre più simile agli asparagi per lo stelo. Quando è fresca ha un odore molto forte, ma svanisce con la cottura.

La bardana se bollita nel latte insieme ad alcune...

23
ott
pimpinella

Pimpinella

Gli svariati usi della pimpinella nel corso dei secoli sonoattestati testimoniati dai suoi  numerosi nomi: anice verde, erba noce, pampinella, pimpirinella, bibinella, sanguisorba minore, bipinella, meloncello, salbastrella, pimpigela. Il nome botanico «Pimpinella saxifraga» deriva dal latino: Bipinula significa «doppiamente pennato» e si riferisce alle foglie basali; Saxifraga sta invece per «rompisassi», con allusione alla zona di crescita tra rocce e sassi. Appartiene alle...