01
feb
2018

frittelle

Ingredientiper circa 40 frittelle:

Uova (circa 4)
225 g Farina 00
500 g Zucchero
150 g Latte intero
220 g Liquore all'anice
30 g Scorza di limone
1 Lievito in polvere per dolci 16 g per cospargere
Zucchero a velo q.b.

Preparazione

Per preparare le frittelle al forno iniziate a realizzare l'impasto. Versate le uova leggermente sbattute nella ciotola di una planetaria, unite lo zucchero e iniziate a montare con le fruste . Nel frattempo grattate la scorza del limone e unitela alle uova . Quando queste saranno gonfie e spumose versate anche l'anice e il latte a filo, entrambi a temperatura ambiente.A questo punto in un'altra ciotola setacciate insieme la farina e il lievito, quindi incorporate le polveri un cucchiaio per volta sempre con la planetaria in funzione a velocità moderata .Una volta ottenuto un impasto liscio ed omogeneo  trasferitelo all'interno di una ciotola di vetro. Aiutandovi con due cucchiai trasferite 25 g di composto in ogni mezzasfera dello stampo; noi abbiamo usato uno stampo in cui ogni mezzasfera è di 5 cm di diametro.Una volta riempite le varie sezioni infornate in forno statico preriscaldato a 180° per 25 minuti (se utilizzate il forno ventilato cuocete a 160° per circa 15 minuti). Solo quando saranno cotte sfornate lasciate intiepidire le vostre frittelle al forno prima di sformarle e spolverizzate con zucchero a velo .

Conservazione

Le frittelle al forno possono essere conservate per 1-2 giorni sotto ad una campana di vetro; per gustare nuovamente la loro sofficità è consigliabile scaldarle qualche minuto in forno! Si sconsiglia la congelazione.

 

Consiglio

Aromatizzate le vostre frittelle al forno con scorza d'arancia o semi di vaniglia.  Se preferite potete anche friggerle!

 

07
ago
rimuovere-la-placca-in-modo-naturale

Rimuovere la placca in modo naturale

La placca dentale è quella patina gialla che si forma sulla superficie dei nostri denti. È formata da particelle di cibo, zucchero e saliva che si agglomerano nella bocca e serve da alimento per i batteri ed i  germi.

Si forma dopo avere portato cibi alla bocca e si sviluppa quando non puliamo i denti nel modo corretto. Oggi vogliamo affrontare un modo naturale per rimuovere la placca dai nostri denti, una ricetta semplice con olio di cocco e bicarbonato di sodio

L‘olio di cocco è...

06
apr
erbe-aromatiche

Erbe aromatiche

Ognuno di noi può coltivare le erbe aromatiche a casa propria invece che acquistarle al supermercato.

Le piantine per le erbe aromatiche, oppure i semi se si vuole vedere la crescita, possono essere acquistati in qualsiasi vivaio e spesso c'è la possibilità di scegliere tra molte varietà.
Devono essere seminate e tenute al sole perchè possano germogliare nel modo più naturale, però è necessario anche un ambiente abbastanza umido per far si che le prime piantine inizino a spuntare.
Per...

18
lug
erba-cipollina

Erba cipollina

L'erba cipollina (Allium schoenoprasum ) è una pianta aromatica tradizionalmente inserita nella famiglia delle Liliaceae
Viene utilizzata in cucina per pesce, patate e minestre.

Per coltivarla è necessario tagliarne i ciuffi al livello del terreno almeno 3 volte all'anno. Se la si vuole raccogliere anche d'inverno è consigliato coltivarla nel davanzale di casa, molto luminoso.

È nota e usata in erboristeria come antiscorbutico (combatte lo scorbuto con la presenza di vitamine), antisettica...

01
gen
la-ribollita-del-mulino:-quella-alla-nostra-maniera

La Ribollita del Mulino: quella alla nostra maniera!

La ribollita, tipica della stagione invernale, è una delle zuppe più conosciute della tradizione gastronomica Toscana. Siamo  di fronte ad un piatto di indubbie origini contadine, per i suoi ingredienti e per il suo stesso nome; la ribollita è un piatto di recupero, come lo sono molti dei piatti della cucina povera delle nostre campagne, quella in cui "non si butta via nulla".

Anticamente era tradizione preparare la ribollita il venerdì, in grande abbondanza, in modo da poterne mangiare...

02
gen
angelica

Angelica

Angelica L. è un genere di piante della famiglia delle Apiaceae (Ombrellifere)

L’Angelica viene utilizzata nella preparazione di dolci e liquori per le sue proprietà digestive. Le foglie fresche sono usate per aromatizzare frutta cotta o pesce. Il fusto usato in piccole quantità profuma marmellate e confetture. I giovani rametti delle piante, raccolti all’inizio dell’estate possono essere canditi e usati come decorazione dei dolci.

Dell’angelica si utilizzano tutte le parti della...

28
gen
ma-quale-celiachia...

Ma quale celiachia...

Sono almeno 12 mila anni che l’umanità si nutre di frumento, senza problemi. E di colpo, ecco sorgere la “intolleranza al glutine”, con relativo ipersviluppo degli affari relativi a questa “malattia”: paste senza glutine a 5 volte il prezzo delle normali, prodotti bio dove l’etichetta dichiara “senza glutine” … Ma il glutine è un veleno?

Il problema vero deriva dai prodotti che vengono utilizzati per coltivare il grano. Leggete questo articolo, con l'augurio che diventiate...

Magazine

La bottega del mulino n°1

Download