kefir-di-latte

Niente di meno che latte fermentato simile allo yogurt, il Kefir è una bevanda rinfrescante e salutare, ricca di fermenti lattici e probiotici vivi e benefici, dal gusto fresco, leggermente acido ma dal sapore particolarmente piacevole.

Scoperto e subito apprezzato dall’uomo già migliaia di anni fa, originario del Caucaso, il Kefir viene preparato in modo tradizionale utilizzando latte fresco (di pecora, capra o vacca) e i fermenti o granuli di Kefir formati da un polisaccaride chiamato kefiran che ospita colonie di batteri e lieviti.
Questa bevanda è considerata un alimento miracoloso per il nostro organismo, perché contiene, oltre ai fermenti, minerali quali il calcio, il magnesio, il fosforo e lo zinco, ma anche amminoacidi come il triptofano il quale ha effetti terapeutici sul sistema nervoso. Il Kefir è inoltre ricco di Vitamine del gruppo B e Vitamina K che regolano il sistema renale e che fungono da antiossidanti. Essendo povero di lattosio, poi, il Kefir può essere ingerito anche da coloro che ne sono intolleranti.
Consumare regolarmente Kefir dunque, ci garantisce un buon funzionamento dell’intestino e dell’apparato digerente, ci aiuta a rinforzare le difese immunitarie in quanto stimola la produzione di anticorpi, a riequilibrare la flora intestinale e ad eliminare il colesterolo cattivo nel sangu, e per finire a mantenerci calmi e sempre giovani.
Considerato un elisir di lunga vita è particolarmente indicato per chi ha bisogno di energia o per chi si sta riprendendo da un trattamento di antibiotici, agli anziani, e soprattutto alle donne in gravidanza grazie al suo contenuto di acido folico fondamentale per lo sviluppo del feto.

Ma come si prepara e soprattutto come si conserva il Kefir di latte?

Ingredienti

  • 50g di granuli di Kefir di latte (due cucchiai circa);
  • ½ lt di latte a piacere a temperatura ambiente;

Preparazione

  1. Mettete i granuli di Kefir in un contenitore di vetro con coperchio;
  2. Versate il latte (il contenitore non deve essere eccessivamente pieno);
  3. Chiudete il recipiente;
  4. Riponete il recipiente in un luogo a temperatura ambiente (in estate meglio riporre il contenitore in frigorifero);
  5. Aspettate 48 ore finché il latte non si è cagliato (durante le 48 ore mescolate ogni tanto). Il Kefir non deve cagliare eccessivamente ma rimanere abbastanza liquido per evitare che diventi troppo acido;
  6. Filtrate il Kefir in maniera da separare i granuli dal latte fermentato;

Il vostro benefico Kefir sarà pronto quando avrà una consistenza densa ed i granuli saranno aumentati di volume.

Il kefir si mantiene in frigo per circa 1 settimana.

27
ago
vitamina-k-e-c

Vitamina K e C

Il "cibo verde" è buono e fa bene bambini!

La vitamina K si trova infatti nei vegetali a foglia verde, nei cavolfiori e nel tè verde.
È antiemorragica e favorisce il metabolismo osseo e le funzioni renali.

Non fatevi mai mancare ad ogni pasto un frutto od un ortaggio verde.

La vitamina C si trova negli agrumi,pomodori, fragole, peperoni verdi, broccoli e patate.
È antiossidante, stimola il sistema immunitario, mantine la salute delle ossa e favorisce il funzionamento degli organi...

20
mag
colluttorio-di-lampone

Colluttorio di Lampone

Ingredienti:
100 ml di acqua, foglie di lampone

Tritare e sminuzzate alcune foglie di lampone (in base all'uso che farete del colluttorio) e versate 100 ml d'acqua bollente su 3 cucchiaini di foglie sminuzzate.
Lasciare riposare, poi filtrare.
Utilizzarlo per uso esterno contro malattie cutanee e nfiammazioni del cavo orale; per sciacqui e gargarismi, più volte al giorno.

22
mag
vodka-allalloro

Vodka all'Alloro

10 g di foglie di alloro, 1 dl di succo di limone, 1 dl di vodka, 2 cucchiaini di zucchero

Preparate l'infuso mettendo le foglie di alloro nell'acqua bollente, lasciandolo riposare per 10 minuti. Filtrate e unitelo al succo di limone e alla vodka mentre è ancora caldo, ma senza agitare. Lasciate riposare il tutto almeno per un'ora, quindi servite aggiungendo lo zucchero.

Trovate un liquore a base di alloro anche al nostro Ristorante: L'allorino

24
feb
pulizie-senza-detergenti

Pulizie senza detergenti

Esistono diversi motivi per non utilizzare più i detersivi tradizionali: un ingente risparmio economico, la volontà di non voler contribuire all'inquinamento del pianeta, cercare di far diminuire i test sugli animali. Fare qualcosa per la salvaguardia del pianeta ripagherà ogni sforzo in più. Questi metodi sono molto efficaci e oltre a pulire a fondo possono risultare anche "naturalmente" igienizzanti.

Munitevi di massicce dosi di aceto bianco, bicarbonato, limone e olio d'oliva, i tre ...

08
mag
la-cellulite

La cellulite

La cellulite colpisce specialmente le donne ed i punti più comuni dove si forma sono l'addome, le natiche e le cosce.
È causata da un'alterazione della microcircolazione dovuta a depositi di acqua, grasso e impurità dei tessuti. Per ridurla è necessario mantenere un buon metabolismo, magari stimolandolo con passeggiate prima dei pasti, seguire un'alimentazione equilibrata ed evitare diete rigide che causano poi aumenti di peso eccessivi e veloci.

Si possono inoltre evitare cibi dolci e...

18
ott
santoreggia

Santoreggia

La santoreggia, nome scientifico Satureja hortensis, è una pianta erbacea annuale che può raggiungere un’altezza di 40 cm.; la santoreggia appartiene alla famiglia delle Labiatae e cresce spontanea nelle zone mediterranee dell’Italia settentrionale fino al centro Italia.La santoreggia è originaria dell’Asia, grazie alle sue proprietà aromatiche viene molto utilizzata in cucina per insaporire piatti di carne e pesce ma anche piatti di verdure e legumi; in campo cosmetico la santoreggia...